Cambio di operatore, ma davvero conviene?

Cambio di operatore pro e contro

Offerte su offerte e proposte su proposte. Il cambio di operatore telefonico è ormai una questione che riguarda sempre più persone, sia per i cellulari che per la linea fissa. Tuttavia sull’argomento ci sono tantissimi dubbi e molte domande a cui molto spesso non si risponde. Ma davvero questo passaggio conviene? Proviamo a scoprirlo, analizzando pro e contro.

PRO

Costi di attivazione relativamente bassi e possibilità di mantenere il proprio numero: sono, senza alcun dubbio, questi i due principali vantaggi. Non vanno però nemmeno dimenticati pacchetti e offerte riservate a determinate categorie, come per esempio gli under 30 o gli imprenditori. Si punta molto sui Giga per internet, sulla velocità della connessione mobile (il famoso 4G) e sulle specificità di alcune applicazioni, come quelle musicali, sportive o per vedere film o serie tv sul proprio smartphone. Insomma, non si guarda solo e soltanto alla mera convenienza e al semplice risparmio economico, ma anche a ciò che viene proposto e alla sua utilità. Un cambiamento di operatore che è, in realtà, un vero e proprio cambiamento a 360 gradi.

CONTRO

Vincolo temporale più alto e un maggiore costo per il recesso anticipato: sembrano essere questi invece i due principali svantaggi. Infatti, per chi effettua il cambio di operatore, il vincolo temporale che si è tenuti a rispettare per attivare l’offerta è in media di 19 rinnovi. A stabilirlo è uno studio effettuato da Sos Tariffe. Lo stesso discorso vale per il recesso anticipato. In questo caso, la situazione è paradossalmente migliore per gli utenti che rimangono con lo stesso operatore. Ciò accade perché, in media, per cambiare offerta prima della scadenza del vincolo temporale vengono chiesti 12 euro ai già clienti contro i 18 euro di chi ha effettuato il passaggio. Insomma, il discorso non è poi così tanto complesso e difficile. Occorre solo fare due calcoli, valutare pro e contro e prendere la decisione migliore.

APPROFONDIMENTI  Ma quanta energia consumiamo?

Leave a Response