Pro Roberto

Versione Beta

Mario Rossi e gli altri. I nomi (e i cognomi) più diffusi in Italia

C’è una ricerca che parla chiaro e, in base a questa potremmo indovinare il tuo nome con abbastanza probabilità di prenderci. Se sei un uomo, infatti, quasi sicuramente ti chiamerai Andrea, oppure Mattia o al massimo Matteo.

Lo dice Infodata, un blog della testata giornalistica del Sole 24 Ore, che pubblica una ricerca con infografica a firma Davide Mancino. I dati parlano chiaro e fanno riferimento alle indagini Istat, che si sono occupate di un periodo di quasi dieci anni che va dal 2007 al 2016. L’oggetto sono i nomi dei nuovi nati nelle varie regioni d’Italia. Ora però torniamo a voi. Quando eravate a scuola, quanti avevano il tuo stesso nome? E quanti a scuola calcio oppure nel gruppo sportivo? E poi, quando sei cresciuto, in ufficio quanti omonimi hai trovato? Lo scenario dei nomi in Italia è in eterno movimento e dimostra che la nostra penisola è sempre stata divisa, con preferenze che cambiano nel corso del tempo.

Dieci anni fa, infatti, i bambini del nord venivano chiamati nel 90% dei casi con il nome di Alessandro mentre al sud la stessa percentuale era riservata al nominativo di Francesco. Le eccezioni erano poche e riguardavano Matteo (molto diffuso nelle regioni della Liguria e del Friuli Venezia Giulia), oppure Mattia (particolarmente diffuso in Valle d’Aosta), Lorenzo (forse legato al Magnifico in Toscana), Antonio (per quanto riguarda la Campania) e Giuseppe (ovviamente in Sicilia).

La situazione è rimasta sostanzialmente la stessa per qualche anno, manifestando una certa stabilità in seno alle anagrafi dei comuni italiani. Poi qualcosa ha iniziato a cambiare dal 2011 quando ha fatto la sua comparsa, soprattutto nel nord est e in Trentino Alto-Adige, il nome di Leonardo. Se nel 2013 i Francesco sembravano dover conquistare l’intero stivale tricolore oggi invece resiste come maggioranza solo nelle Marche, Lombardia, Toscana e Valle d’Aosta.

Una ricerca molto interessante è quella legata ai cognomi, che conferma come ci sia una densità particolare per alcune famiglie. Ovviamente il cognome più diffuso è Rossi mentre in Sicilia quello più frequente è Russo. In Piemonte troviamo grande percentuali di Ferrero, ma non per forza legati alla famiglia della Nutella, mentre in Campania, come ci insegna Gomorra, a regnare sono gli Esposito. In Sardegna invece è il regno dei Sanna, Pinna e Melis, il Lazio invece Proietti, Mancini e De Santis, mentre l’Emilia Romagna è la patria dei Fabbri. Qualche curiosità sui nomi e i cognomi d’Italia arriva ancora una volta dal nord Italia: sapete infatti qual è il cognome più diffuso in Valle d’Aosta? Favre. Ovviamente un francesismo.

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.