Sanremo, ecco le 10 cose da ricordare della seconda serata

Sanremo seconda serata

Tra attacchi di noia totale e momenti di risveglio, anche la seconda serata del Festival di Sanremo è scivolata via senza particolari patemi. Con una Maria De Filippi sempre più padrona incontrastata del Palcoscenico dell’Ariston. Ma ecco le dieci cose rimarranno impresso nelle nostre menti.

1)TOTTI E IL PICCIONE

La star della seconda serata è stata, senza alcun dubbio, Francesco Totti. Come stiamo messi male, verrebbe quasi da dire. Ma tra difficoltà a leggere il gobbo, battute, gag, parole sconosciute (che vuol dire sblindamento?) e palloni lanciati in platea, il capitano della Roma riesce comunque a cavarsela. “La mia canzone di Sanremo? Povia. Ve lo ricordate il piccione?”. Sì dai. In fondo, è simpatico.

2)ROBBIE AL BACIO

Tra la sua solita straordinaria performance, il suo stato di forma sempre ineccepibile e una giacca con lucette che ricordano addobbi natalizi, Robbie Wiliams è e rimane un animale da palcoscenico. E poi c’è il bacio alle De Filippi. Chissà che ne pensa Costanzo.

3)LA VERA MUSICA ITALIANA

Talento cristallino, classe ed eleganza. Tutto questo è Giorgia. C’è voluta lei per ricordarci quanto sia davvero bella e imbattibile la musica italiana. Averla come concorrente? Dai, forse sarebbe stato un po’ troppo.

4)GIGI SEI IL MEGLIO!

Quante volte ti ho cercato e ti ho parlato ed ho sperato, mentre guardavo con gli occhi in su, che la prima stella accesa… quella fossi tu”. Ecco l’ennesima perla frutto della saggezza musicale e artistica di Gigi D’Alessio. Non servono altre parole. Sarebbero superflue.

5) PAOLA QUANTO SEI SEXY

Una semplice giacca con il reggiseno in vista. Forse Paola Turci non sapeva che indossare e, nel dubbio, ha preferito non sbagliare. Il problema è che, essendo tutti intenti a guardare, non abbiamo nemmeno sentito la sua canzone.

APPROFONDIMENTI  Smartphone, ma quali sono i più venduti?

6)CROZZA E LA PROPOSTA MINISTERIALE

Conti e De Filippi formate il governo. Consiglio Al Bano al posto di Alfano”. Un Maurizio Crozza pungente come sempre nella sua copertina di Sanremo. E, vedendo le capacità linguistiche di uno e il successo in terra straniera dell’altro, forse la proposta non è poi così insensata.

7)NOSTALGICO PASSATO ISOLANO

Alice Paba e Bianca Atzei portano un po’ di Sardegna in questo Festival. Anche se, a sentire le canzoni, entrambe, tra l’altro, a rischio eliminazione, viene da rimpiangere la forza di Marco Carta e l’amore in tutti i modi, in tutti i luoghi e in tutti i laghi di Valerio Scanu.

8)GABBANI, UNA BOTTA DI VITA

Così, all’improvviso, mentre i nostri occhi iniziavano già a chiudersi, ecco Francesco Gabbani e la sua Occidentali’s Karma. Canzone ballabile e orecchiabile, con tanto di scimmia danzerina sul palco. Un po’ di originalità.

9)AUGURI ENRI’!

Brignano-Cirlli-Insinna: idem come sopra. I tre svegliano il pubblico di Sanremo. O quantomeno ci provano, vista anche la tarda ora e Morfeo che incombe. E il comico romano annuncia che sta per diventare padre. Auguri!

10)VUOI VEDERE CHE…

Ultima cosa, che non riguarda in particolare la seconda serata. Anzi, un po’ sì. Ricordiamo che in giuria ci sarà la youtuber Greta Menchi. Con quali competenze? Chissà. Ma vuoi vedere che quasi quasi al suo posto era meglio Francesco Totti? Almeno lui si ricorda del piccione.

Leave a Response